Humanrights

A cura dell’avv. Maurizio de Stefano, dell’avv. Mario Lana e del prof. avv. Augusto Sinagra  

 

AVVOCATI PATROCINANTI ALLA CORTE EUROPEA  DEI DIRITTI DELL’UOMO A STRASBURGO

La Convenzione Europea per la salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle libertà fondamentali, firmata a Roma il 4 novembre 1950, comunemente chiamata la Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo, consente ad ogni persona di ricorrere alla CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL'UOMO presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo, per denunciare la negazione dei diritti umani, da parte delle leggi e dei giudici italiani. Se la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo accerta la violazione delle norme della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo essa emette una sentenza di condanna a carico dello Stato italiano, ordinando a quest’ultimo il pagamento di una somma di denaro (a titolo satisfattivo e risarcitorio) in favore della persona riconosciuta come vittima.

Si ricorda che non è possibile ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo se prima non si sia celebrato il processo davanti ai giudici italiani e che si devono illustrare alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo le modalità di svolgimento ed il contenuto della causa discussa davanti ai giudici italiani. Pertanto, la persona che intende ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo dovrebbe richiedere l’assistenza del proprio avvocato di fiducia che ha curato lo stesso processo davanti ai giudici italiani, in quanto quest’ultimo avvocato è in possesso delle copie di tutti gli atti processuali ed è in grado di valutare se sussistano gli ulteriori presupposti per ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Non è necessario richiedere l’assistenza o di un avvocato francese o domiciliato a Strasburgo, in quanto tutti i rapporti con la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo avvengono in via epistolare, tramite il servizio postale, dal proprio domicilio in Italia.

TUTTI GLI AVVOCATI, iscritti agli albi forensi in Italia, sono abilitati al patrocinio ed alla difesa davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo per la tutela dei diritti umani violati dallo Stato italiano.

Moltissimi avvocati italiani usualmente difendono davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, tra questi, nel presente sito www.humanrights.it viene pubblicato un 

ELENCO  (elenco degli avvocati) di coloro che sono conosciuti dall’avv. Maurizio de Stefano, dall’avv. Mario Lana e dal prof. avv. Augusto Sinagra.

 

EVOLUZIONE DELL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO IN ITALIA: 
IL RICONOSCIMENTO DEL TITOLO PROFESSIONALE DI AVVOCATO 
CONSEGUITO IN AMBITO COMUNITARIO ED EXTRA-COMUNITARIO.

a cura di Emanuela RONZITTI

 

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA

Dipartimento Centro Studi - Formazione e crediti formativi

Commissione Diritti umani e dei cittadini comunitari e degli stranieri SETTANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA CONVENZIONE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO

Riflessi della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo sulla legislazione e sulla giurisprudenza della Corti nazionali italiane.

 

Mercoledì 4 novembre 2020

dalle ore 15.00 alle ore 18,00

Aula Avvocati ─ Palazzo di Giustizia ─ Piazza Cavour - Roma

Indirizzo di saluto

Avv. Antonino Galletti

Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma

Introducono

Avv. Mario Scialla

Consigliere Segretario dell’Ordine degli Avvocati di Roma

Coordinatore Commissione Diritti Umani

Avv. Saveria Mobrici

Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma

Coordinatrice Vicaria Commissione Diritti Umani

TAVOLA ROTONDA

Intervengono

Dott. Francesco Crisafulli

Magistrato presso il Tribunale Civile di Roma ─ Già Co-Agente del Governo italiano dinanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

Avv. Prof. Anton Giulio Lana

Presidente dell’Unione Forense per la tutela dei Diritti Umani

Dott. Guido Raimondi

Consigliere di Cassazione, già Presidente della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Prof. Claudio Zanghì

Professore Emerito di Diritto Internazionale ─ Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

MODERA

Avv. Maurizio de Stefano

Commissione Diritti Umani

La partecipazione è consentita esclusivamente DA REMOTO, previa iscrizione  a mezzo della Piattaforma di Formazione continua dell’Ordine degli Avvocati di Roma

https://www.ordineavvocatiroma.it/evento/15-00-18-00-il-settantesimo-anniversario-della-convenzione-europea-dei-diritti-delluomo-riflessi-della-convenzione-europea-dei-diritti-delluomo-sulla-legislazione-e-sulla-giurisprudenza-delle-cort/ 

https://avvocatiromaformazionecontinua.lextel.it/default.do

CORSO di specializzazione sulla “Tutela europea dei diritti umani” – XXI edizione – 2020

L’Unione forense organizza la ventunesima edizione del corso di specializzazione sulla “Tutela europea dei diritti umani”.

l corso ha ricevuto il Patrocinio del Consiglio d’Europa e del Consiglio Nazionale Forense, nonchè l’accreditamento di  n. 18 crediti formativi da parte del CNF per la formazione professionale degli avvocati.

Il corso si articolerà in una serie di sei incontri, della durata di tre ore ciascuno, i seguenti venerdì: 13 novembre, 20 novembre, 27 novembre, 4 dicembre, 11 dicembre e 18 dicembre 2020.

Le lezioni si terranno dalle ore 15.00 alle ore 18.00 nelle seguenti modalità:
– in presenza, presso l’Aula Parlamentino del CNEL, in Roma, Viale Davide Lubin n. 2 (max 25 persone);
– in streaming, attraverso la piattaforma GoToWebinar;

I primi 25 iscritti potranno optare per le lezioni in presenza, mentre la modalità in streaming sarà garantita a tutti i partecipanti. 

Per la frequenza al corso è dovuto un contributo pari a  350  (IVA compresa).

Per iscriversi è necessario compilare il modulo di iscrizione. La compilazione del modulo richiede la sincronizzazione della propria e-mail oppure il possesso di un account Gmail, che può essere facilmente creato al seguente link e l’effettuazione del bonifico come di seguito:

Intestato a: UFTDU
Causale: Nome/Cognome-Corso Tutela
IBAN: IT12X0306909606100000060078

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla segreteria dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani (Sig.ra Gioia Silvagni), tel. 06-8412940, email: info@unionedirittiumani.it.

Trovate qui il programma del corso. 

 SEMINARIO ONLINE

LA TUTELA DEL DIRITTO DI PROPRIETÀ NELLA CEDU

PROGRAMMA

Il Seminario si articola in 2 incontri, che si terranno di venerdì, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, in modalità streaming attraverso la piattaforma GoToWebinar.

Venerdì 29 gennaio 2021  e

Venerdì 5 febbraio 2021

L’Unione forense per la tutela dei diritti umani organizza il seminario online sulla “Tutela del diritto di proprietà nella CEDU”. Il seminario ha ad oggetto lo studio del diritto di proprietà come diritto fondamentale, con un particolare focus sulle tutele previste dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU) tanto sul piano sostanziale che procedurale; inoltre verranno approfondite diverse questioni, tra cui il diritto dominicale, i provvedimenti di confisca e l’occupazione acquisitiva.

La Convenzione europea dei diritti dell’uomo ha acquisito negli ultimi anni un ruolo sempre più significativo in ragione dell’impatto che la giurisprudenza della Corte di Strasburgo determina nell’ ordinamento italiano. Per tale motivo è fondamentale oggi acquisire una effettiva e completa conoscenza dei diritti e delle libertà contemplati nella convenzione al fine di tutelare in modo più efficace i diritti e gli interessi di individui, società e organizzazioni non governative. Per ciò il seminario si traduce in una notevole opportunità di approfondimento e aggiornamento in particolare per tutti coloro che abbiano già acquisito, in ragione dell’attività forense o della frequentazione di corsi base sulla materia, una buona conoscenza della Convenzione europea, ed intendano implementare la propria preparazione per quanto riguarda il tema della tutela del diritto di proprietà.

Il seminario, tenuto da massimi esperti della materia quali avvocati, professori universitari e giudici della Corte di Cassazione, si articola in 2 incontri, che si terranno- come da programma allegato - venerdì 29 gennaio 2021 e venerdì 5 febbraio 2021, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, in modalità streaming, attraverso la piattaforma GoToWebinar.

 

https://www.unionedirittiumani.it